http://www.fides.org

Asia

2012-03-28

ASIA/INDIA - Persecuzione dei cristiani in Madhya Pradesh, accusati di “conversioni forzate”

Bhopal (Agenzia Fides) – Due episodi di persecuzione contro i cristiani verificatisi nei giorni scorsi nello stato del Madhya Pradesh (India centrale) hanno messo in allarme la comunità locale. Lo riferisce all’Agenzia Fides l’associazione “Isai Mahasangh”, federazione ecumenica di movimenti cristiani dello stato, promossa dalla Chiesa cattolica.
Il primo incidente è avvenuto domenica scorsa, 25 marzo, nel distretto di Chindwara, dove tre cristiani sono stati arrestati durante un incontro di preghiera tenutosi in una casa nel villaggio di Bichua, in una zona molto remota. Vijay Mohar, leader della comunità locale ha detto: “Sono membri della mia chiesa, sono stati falsamente accusati di conversioni forzate. La polizia li ha arrestati e non ha permesso loro di utilizzare qualsiasi mezzo di comunicazione”.
La polizia locale è intervenuta in base alla denuncia che “queste persone stavano cercando di convertire con mezzi illegali, creando tensione tra le comunità”. Sono accusati di aver violato la legge sulla libertà di religione (“Religious Freedom Act”, approvata in Madhya Pradesh nel 1968) e resteranno in custodia cautelare per 12 giorni. Secondi i fedeli locali, “la polizia ha agito sotto la pressione dei gruppi fondamentalisti indù”, dato che “i fedeli erano semplicemente in preghiera”.
In un altro incidente, avvenuto nel distretto di Barwani, la polizia ha interrotto una Convention di tre giorni, organizzata nello scorso fine settimana dalle comunità cristiane locali. Il Pastore Kiran ha riferito a Fides: “Avevamo l'autorizzazione dell'amministrazione per una manifestazione di tre giorni. Per questo ci siamo opposti all’ordine della polizia, perché eravamo in perfetta legalità”. L’episodio ha creato molta tensione fra i cristiani, le forze dell’ordine e i gruppi estremisti indù, che hanno fatto pressioni per far annullare la manifestazione.
La comunità cristiana del Madhya Pradesh ha annunciato una marcia di protesta che si terrà il prossimo 14 aprile. Alla marcia aderiranno la federazione ecumenica “Isai Mahasangh”, altre associazioni e uomini politici cristiani, che segnaleranno la situazione delle minoranze religiose al governatore del Madhya Pradesh. (PA) (Agenzia Fides 28/3/2012)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network