AFRICA/SENEGAL - I Vescovi: “elezioni determinanti per l’avvenire del Paese”

mercoledì, 8 febbraio 2012

Dakar (Agenzia Fides) - “Le elezioni presidenziali, il cui primo turno è stabilito domenica 26 febbraio, si annunciano determinanti per l’avvenire del Paese” affermano i Vescovi del Senegal nel messaggio dedicato alle elezioni presidenziali.
Nel documento, pervenuto all’Agenzia Fides, si sottolinea che “questa prima elezione dopo la celebrazione di cinquant’anni di sovranità, è portatrice di sfide importanti, che suscitano un clima di tensione particolarmente acuto, con rischi imprevedibili, se i differenti protagonisti non saranno in grado di mantenere la ragione”.
La sfida principale, secondo i Vescovi, deriva dalla “crisi mondiale che non risparmia nessuna nazione del pianeta” che però non può nascondere “il malgoverno interno che perdura da diversi decenni, contrassegnato da una gestione della cosa pubblica senza prospettive, di parte, e che non si cura dei bisogni reali della popolazione”.
Questo non ha però impedito, sottolineano i Vescovi, la svolta politica del 2000 (che ha portato al potere l’attuale Presidente Wade, dopo decenni di governo del partito socialista) attraverso “un’elezione libera e trasparente, accettata da tutti”. Ed è quanto si auspica per le elezioni di quest’anno. Per questo nel messaggio si rivolge un appello ai candidati, perché diano prova “di grande cultura democratica, di desiderio di verità, di visione prospettica per migliorare le condizioni di vita della popolazione, escludendo diatribe inutili e promesse demagogiche”. Parimenti si invitano gli elettori a vagliare con spirito critico ciascun candidato con i relativi programmi e di esercitare il discernimento alla luce della Parola di Dio.
Il messaggio si conclude con l’esortazione alla preghiera, all’ascolto e alla messa in pratica della Parola di Dio, riaffidando il Paese a Maria, Nostra Signora di Poponguine, Regina del Senegal. (L.M.) (Agenzia Fides 8/2/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network