ASIA/COREA DEL SUD - Settimana di preghiera per l’unità della Chiesa: “Dobbiamo proclamare a una sola voce il Vangelo di Cristo e la sua vittoria definitiva”

venerdì, 20 gennaio 2012

Seul (Agenzia Fides) – “Dobbiamo proclamare a una sola voce il Vangelo di Cristo e la sua vittoria definitiva” afferma Sua Ecc. Mons. Hyginus Kim Hee-joong, Arcivescovo di Gwangju e Presidente della Commissione per la Promozione dell'Unità dei Cristiani e il Dialogo Interreligioso, della Conferenza Episcopale Coreana, nel suo messaggio pubblicato per la Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani 2012. Secondo le informazioni inviate all’Agenzia Fides dalla Conferenza Episcopale della Corea, commentando il tema di quest’anno della Settimana - “Tutti saremo trasformati dalla vittoria di Gesù Cristo, nostro Signore” (1 Cor 15, 51-58) - l'Arcivescovo sottolinea la missione dei cristiani in questo mondo e la necessità dell’unità tra loro. “I cristiani, che proclamano la vera pace e la salvezza operata dal sacrificio di Cristo, dovrebbero essere la luce del mondo e il sale della terra, testimoniando Cristo come Luce in questo mondo oscuro. Anche se tutti i cristiani confessano la stessa fede, il muro di incomprensioni e pregiudizi tra loro è ancora elevato. Tuttavia, quando tutti i cristiani si metteranno insieme al servizio di Gesù Cristo, utilizzando i propri doni diversi per l'umanità, allora si aprirà la strada per la vera unità.
L’Arcivescovo Kim continua: "La strada per riconoscere che siamo uniti in una sola fede e nel Vangelo sarà aperta quando saremo convinti che siamo chiamati dallo stesso Dio, fuori dai nostri pregiudizi e malintesi. [...] La Chiesa è continuamente chiamata a rinnovare e a riformare se stessa, per vivere nel mondo interpretando i segni del mondo alla luce del Vangelo".
Nel concludere il suo messaggio, l'Arcivescovo infine sottolinea: "Dobbiamo proclamare a una sola voce il Vangelo di Cristo e la sua vittoria definitiva, che ha sconfitto la paura della morte, diffusa sulla terra. [...] Il potere di liberarci dalla paura e di unirci in un’unica cosa è l'amore. La vittoria di Cristo è la vittoria dell'amore che supera la morte ed il peccato. Andiamo avanti con la fede che ci unisce con l'amore, oltre il muro di paura e diffidenza, attraverso la gioia della vittoria di Cristo. Questa fede aprirà il nostro cuore alla potenza dello Spirito Santo e ci porterà a condividere gli uni gli altri l'amicizia e la collaborazione, attraverso la condivisione della comunione di Cristo". (SL) (Agenzia Fides 20/01/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network