VATICANO - “LA DISUGUAGLIANZA TRA I PAESI RICCHI E QUELLI IN VIA DI SVILUPPO NON E’ ASSOLUTAMENTE SOSTENIBILE”, DICE IL PRESIDENTE DEL PONTIFICIO CONSIGLIO PER LA PASTORALE DELLA SALUTE ALLA 56a ASSEMBLEA PLENARIA DELL’OMS

giovedì, 22 maggio 2003

Città del Vaticano (Agenzia Fides) - Nel corso della 56a Assemblea Plenaria dell’Organizzazione Mondiale della Sanità il Presidente del Pontificio Consiglio per la Pastorale della Salute, S.E. Mons. Javier Lozano Barragán, è intervenuto a Ginevra focalizzando l’attenzione sulla situazione preoccupante dell’ambiente che circonda i bambini. La povertà rimane la causa principale delle malattie infantili: il 30% dei bambini con meno di cinque anni sono malnutriti e il 50% di tutta la popolazione africana subsahariana è priva di acqua potabile. Per migliorare l’ambiente infantile è necessario combattere la povertà a livello nazionale ed internazionale oltre a rafforzare la famiglia e migliorare l’istruzione scolastica. Il cardinale ha inoltre evidenziato lo sfruttamento lavorativo dei minori con 120 milioni di bambini tra i 5 e i 14 anni impegnati a lavorare a tempo pieno sette giorni su sette. Solo nel 2002, 300.000 bambini sono stati reclutati come soldati; oltre 4 milioni e trecento mila sono morti recentemente di AIDS. Tra gli obiettivi principali il Presidente della Pontificio Consiglio per la Pastorale della Salute sostiene che bisogna dare priorità alla situazione sanitaria materno-infantile, prevenire le malattie contagiose infantili, evitare gli incidenti, migliorare l’ambiente, in particolare la situazione idrica, igienica e sanitaria, l’inquinamento ambientale, controllare gli agenti che trasmettono malattie, i pericoli derivanti dai componenti chimici, impegnarsi per lo sviluppo psico-sociale dei bambini e degli adolescenti.(AP) (22/5/2003 Agenzia Fides; Righe:23 Parole:253)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network