http://www.fides.org

Asia

2011-10-24

ASIA - Alluvioni simultanee in sei paesi: 700 morti, 8 milioni i colpiti, l’intervento della Caritas

Bangkok (Agenzia Fides) – “E’ la prima volta che sei paesi del Sudest asiatico sono colpiti simultaneamente da potenti alluvioni. E’ una forte emergenza, la peggiore in 50 anni, e le Caritas delle diverse nazioni si sono attivate per i soccorsi. La confederazione della Caritas Internationalis è pronta per lanciare un appello globale”: lo dice all’Agenzia Fides p. Cesario Sixto Sanedrin, responsabile dell’Ufficio Asia e Oceania nella Caritas Internationalis, commentando il disastro di notevoli proporzioni che ha colpito la penisola indocinese e il Sudest. Secondo i primi dati complessivi forniti a Fides, oltre 700 persone – un quarto dei quali bambini – sono state uccise e oltre 8 milioni di persone sono state colpite dalle inondazioni verificatesi in Thailandia, Myanmar, Cambogia, Vietnam, Laos e Filippine.
I monsoni si sono abbattuti con violenza: piogge torrenziali e tifoni hanno devastato la regione, distruggendo case, mezzi di sussistenza e infrastrutture, mentre la situazione meteorologica potrebbe ulteriormente peggiorare nel corso della prossima settimana.
In Myanmar – informa “Karuna”, la Caritas locale – nella provincia Chin, a maggioranza cristiana, la gente ha disperato bisogno di cibo e ripari, dopo le forti piogge che hanno danneggiato ponti e strade. In Thailandia un terzo delle province sono inondate dalle acque, e centinaia di migliaia di persone sono state costrette a trovare rifugi di fortuna negli ultimi due mesi. Mancano acqua, cibo e servizi igienici, afferma la Caritas Thailandia, mentre i servizi sanitari danneggiati sollevano preoccupazioni per i focolai di malattie trasmesse dall'acqua. Anche in Cambogia vi è un urgente bisogno di cibo, acqua potabile e assistenza medica per oltre 300.000 persone.
Le popolazioni di Laos e Vietnam hanno subito alluvioni e disagi, molti villaggi si sono trovati del tutto isolati, mentre la popolazione ha visto le terre inondante e inservibili per l’agricoltura.
Le comunità cristiane nel Sudest asiatico, informa una fonte locale di Fides “si stanno impegnando come volontari per gli aiuti di emergenza e hanno lanciato un movimento di preghiera, perchè cessi il diluvio, perché tutti coloro che hanno perso i propri cari siano consolati nel loro dolore, e perché tutti i bisognosi ricevano aiuto, chiedendo sostegno ai cristiani di tutto il mondo”. (PA) (Agenzia Fides 24/10/2011)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network