http://www.fides.org

Africa

2011-07-28

AFRICA/GUINEA - Gli operatori dei media coinvolti in un programma per lottare contro la proliferazione illecita delle armi leggere

Conakry (Agenzia Fides)-Un seminario per coinvolgere gli operatori dei media nella sensibilizzazione della popolazione suoi pericoli delle armi leggere, si è tenuto di recente a Conakry, capitale della Repubblica di Guinea.
Il seminario si è svolto dal 26 al 28 luglio ed è stato organizzato dalla Commissione Nazionale per la lotta contro la proliferazione e la circolazione illecita delle armi leggere (COMNAT), in collaborazione con la Commissione della Comunità Economica degli Stati dell’Africa Occidentale (CEDEAO).
I 20 giornalisti guineani che vi hanno partecipato hanno discusso come pubblicizzare la convenzione della CEDEAO sulle armi leggere (“Convention de la CEDEAO sur les armes légères et de petit calibre, leurs munitions et autres matériels connexes”, firmata ad Abuja, Nigeria il 14 giugno 2006), al fine di rendere consapevole la popolazione sui pericoli legati alla proliferazione e alla circolazione illecita delle armi leggere e di piccolo calibro.
Il seminario si è tenuto all’indomani del fallito assalto alla residenza del Presidente guineano, Alpha Condé (vedi Fides 20 e 23 luglio 2011), effettuato da un gruppo di militari dissidenti ben armati. Un fatto che è stato ricordato nel suo discorso di apertura dei lavori dal Presidente del COMNAT-Guinée, il Generale di brigata. Bambo Fofana, che ha ribadito l’impegno del suo Paese nel lottare contro il commercio illecito di armi leggere. Il Ministro della Difesa della Guinea, Abdoul Kabélé Camara, ha rivelato che, secondo recenti analisi più di 800 milioni di armi leggere circolano illegalmente in tutto il mondo; di queste ben 600 milioni di trovano nell’Africa sub-sahariana. (L.M.) (Agenzia Fides 28/7/2011)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network