http://www.fides.org

Asia

2004-06-25

ASIA/INDIA - Un “missionario a piedi nudi” del Kerala proclamato “Venerabile”, primo passo verso il processo di canonizzazione

Palai (Agenzia Fides) - La Chiesa cattolica di rito siro-malabarese in Kerala, stato dell’India Sud-occidentale, ha otttenuto un riconoscimento per uno dei suoi apostoli: la Santa Sede ha dichiarato “Venerabile” padre Augustine Thevarparambil (1891-1973), che compie il primo passo verso il processo di Canonizzazione. L’annuncio è stato dato nella Sala Clementina in Vaticano il 22 giugno scorso. Padre Augustine è l’unico indiano in una lista di 15 persone.
Il sacerdote noto a livello popolare con l’appellativo di “Kunjachan”, apparteneva alla diocesi di Palai e ha lavorato fra le caste più basse e i più poveri. Era un missionario “a piedi scalzi”, che viveva poveramente e che ha dedicato tutta la sua esistenza al sevizio degli emarginati e dei bisognosi, in nome di Cristo
Lo ricordano con affetto e gratitudine molti cristiani che lo hanno conosciuto e che si sono accostati alla fede cattolica grazie al suo sevizio di apostolato ed evangelizzazione, ma lo stimano anche molti non cristiani che si recano alla sua tomba in pellegrinaggio.
Fonti di Fides in Kerala, raccontano che “la comunità di rito siro-malabarese in Kerala sta ricevendo un fiume di benedizioni”: infatti di recente è stato elevato a rango di “Servo di Dio” padre Joseph Vithayathil, anch’egli del Kerala, cofondatore delle Suore della Sacra Famiglia, congregazione femminile indiana di rito siro-malabarese. I cattolici indiani in Kerala hanno preparato celebrazioni di preghiera, ringraziamento e festa per commemorare i due eventi, che hanno infuso gioia e gratitudine fra i fedeli della comunità.
Lo stato del Kerala è la culla della comunità cattolica indiana di rito siro-malabarese, nata secondo la tradizione, dalla predicazione di San Tommaso Apostolo nel 52.d.C. In piena comunione con Roma, la Chiesa siro-malabarese conta 3,9 milioni di fedeli nel mondo. La sua grande vitalità appare soprattutto nel campo vocazionale: circa il 70% degli sacerdoti (diocesani e religiosi) e suore presenti in India (che ha 17 milioni di cattolici su un miliardo di abitanti) provengano dalla Chiesa siro-malabarese.
(PA) (Agenzia Fides 25/6/2004 lines 28 words 287)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network