OCEANIA/AUSTRALIA - Appello delle Chiese australiane per la solidarietà con i cattolici palestinesi

giovedì, 22 luglio 2010

Sydney (Agenzia Fides) – Per solidarietà con i cattolici palestinesi, i vertici delle Chiese australiane hanno invitato la popolazione a considerare l'idea di boicottare le merci prodotte da insediamenti israeliani nei Territori occupati della Palestina. Il National Council of Churches Australia (NCCA) ha da poco tenuto un incontro per il settimo Forum Triennale, nel corso del quale è stato lanciato un appello per la fine dell'occupazione israeliana della Palestina oltre che una condanna di tutti gli atti di terrorismo. "Invitiamo i membri delle Chiese del NCCA a considerare di boicottare merci particolari prodotte in Israele nei Territori Occupati Palestinesi, con la speranza che in questo modo la gente sia libera da ingiustizie e raggiunga una giusta e definitiva pace" si legge in una nota del rev. Tara Curlewis, Segretario Generale del NCCA. In una mozione presentata dalla Uniting Church e approvata dalla Chiesa Anglicana, è stato affermato il diritto di Israele e dei Palestinesi di esistere entro confini riconosciuti internazionalmente. La mozione evidenzia la necessità di giungere ad una fine rapida dell'occupazione attraverso soluzioni negoziate in modo libero e pacifico, in accordo con le leggi internazionali e le risoluzioni delle Nazioni Unite. L'agenzia di aiuti del NCCA, Act for Peace, continuerà ad incoraggiare le chiese australiane ad assistere le azioni in corso sul boicottaggio e a sostenere iniziative a favore della pace. (AP) (22/7/2010 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network