http://www.fides.org

Africa

2010-03-27

AFRICA/TANZANIA - “Mkombozi Bank”, la prima banca commerciale cattolica del Paese, fondata con risorse interamente locali

Dar es Salaam (Agenzia Fides)-“La Chiesa crede che se deve servire con cura la popolazione, allora questo tipo di iniziative diventano indispensabili” ha affermato Sua Eminenza il Cardinale Polycarpe Pengo, Arcivescovo di Dar es Salaam, durante la cerimonia di inaugurazione della prima banca commerciale cattolica della Tanzania, la “Mkombozi Bank”.
Il Cardinale Pengo ha sottolineato che la banca è solo una dei tanti progetti, università, scuole, ospedali, fattorie, che la Chiesa gestisce nel Paese. La banca è aperta a tutti i tanzaniani senza alcuna discriminazione di carattere religioso ha ricordato il Cardinale.
Alla cerimonia era presenta l’ex Presidente della Tanzania, Ali Hassan Mwinyi, che ha espresso apprezzamento per l’iniziativa della Chiesa cattolica ed ha sollecitato le altre fedi religiose del Paese a seguire l’esempio dei cattolici, sottolineando che più banche commerciali vengono aperte maggiori diventano le opportunità di lavoro e di sviluppo per il Paese. “Quello che più mi ha colpito è l’affermazione che questa banca è stata fondata usando risorse dei tanzaniani, senza aiuti stranieri” ha affermato l’ex Capo dello Stato, che ha aperto un conto nel nuovo istituto.
Anche se la cerimonia di apertura ufficiale della banca si è svolta solo ora, l’istituto di credito aveva già iniziato le attività nell’agosto 2009. La Direttrice esecutiva della banca, Edwina Lupembe, ha sottolineato il ruolo sociale di “Mkombozi Bank”. L’istituto di credito cattolico infatti oltre ai normali servizi bancari, offre pure un’educazione finanziaria e imprenditoriale ai suoi clienti, al fine di creare delle piccole società. La banca infine intende offrire prestiti ai piccoli agricoltori, in supporto alla politica di riduzione della povertà nelle zone rurali avviata dal governo. (L.M.) (Agenzia Fides 27/3/2010)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network