EUROPA/GERMANIA - Anche il monastero benedettino ad Haiti ha aperto le porte ai senzatetto

sabato, 23 gennaio 2010

Sankt Ottilien (Agenzia Fides) – Dopo il devastante terremoto di Haiti, i Benedettini Missionari della Congregazione di St. Ottilien (Germania) hanno messo a disposizione del monastero benedettino che si trova a Morne Saint Benoit, circa 65 chilometri a nord della capitale Port-au-Prince, la somma di 20.000 Euro proveniente dal loro fondo per le catastrofi per gli aiuti d’emergenza. “Siamo felici che i nostri confratelli del monastero di Morne Saint-Benoit siano rimasti illesi nel grave terremoto”, afferma l’Arciabate Presidente, P. Jeremias Schröder OSB, in una nota inviata all’Agenzia Fides. “Cosí il monastero è in grado di aiutare le vittime. Le prime vittime provenienti dalla capitale completamente distrutta sono già state accolte, fra le quali vi sono anche 15 orfani. Ogni giorno arrivano nella zona altre persone provenienti da Port-au-Prince in cerca di aiuto”.
Il priorato dei Benedettini di Morne Saint-Benloit è stato fondato nel 1981, dal monastero di St. Guenole (Francia). L’abate del monastero francese, P. Jean-Michel Grimaud, che al momento del terremoto si trovava ad Haiti per una visita, riferisce che le scosse del terremoto si sono sentite molto forte anche nel monastero, non creando però grandi danni agli edifici. Il fondo per le catastrofi dei Benedettini di St. Ottilien fu fondato nel 1987 in occasione di una terribile inondazione in Tanzania. Anche in occasione dello Tsunami nel sudest asiatico i missionari hanno potuto attingere a questo loro fondo per gli aiuti d’emergenza. (MS) (Agenzia Fides 23/01/2010)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network