EUROPA/BELGIO - Padre Damiano de Veuster: scheda biografica

mercoledì, 7 ottobre 2009

Roma (Agenzia Fides) - Giuseppe (poi padre Damiano) de Veuster nacque il 3 gennaio 1840 a Tremelo, diocesi di Malines (Belgio). Educato cristianamente dai suoi genitori, fece le scuole elementari a Wechter e dopo quattro anni di lavoro nella azienda agricola familiare, nel gennaio 1859 seguì suo fratello Augusto (poi padre Panfilo) nella Congregazione dei Sacri Cuori di Gesù e Maria, a Lovanio. Pur non avendo seguito il normale corso di formazione al sacerdozio, i Superiori gli permisero di intraprendere gli studi superiori, ritenendolo intellettualmente dotato.
Fece il noviziato a Lovanio e a Parigi, ma dopo due anni si sentì inaspettatamente orientato verso la missione dell’Oceania. Il 7 ottobre 1860 emise i voti perpetui nella sua Congregazione e dopo un anno di studio della filosofia a Parigi, rientrò a Lovanio per gli studi di teologia. Suo fratello, destinato missionario nelle isole Hawai, si ammalò e padre Damiano si offrì di prendere il suo posto nella spedizione. Imbarcatosi il 9 novembre 1863, arrivò ad Honolulu il 19 marzo 1864, e là fu ordinato suddiacono, diacono e quindi sacerdote il 21 maggio 1864. Per nove anni esercitò il ministero nella grande isola Hawai.
Rispondendo ad un appello del Vescovo, che chiedeva ad alcuni sacerdoti di esercitare, a turno, il ministero pastorale tra i lebbrosi di Molokai, padre Damiano si offrì volontario per consacrare l’intera sua vita a quei malati di lebbra emarginati dalla società e ridotti in condizioni di sofferenza estrema, spirituale e materiale. Padre Damiano sbarcò sull’isola di Molokai il 10 maggio 1873. “Voglio sacrificarmi per i poveri lebbrosi” scrisse al suo Superiore provinciale, e scelse di rimanere, tutto solo, tra i malati di lebbra condividendone miserie e sofferenze fino a contrarre anch’egli la tremenda malattia. Al termine della sua vita missionaria al servizio dei lebbrosi scrisse una lettera al fratello Panfilo: “Sono il missionario più felice del mondo...”. Dopo aver trasformato un campo di dolore in una comunità fraterna, morì a Molokai, vittima della lebbra, il 15 aprile 1889.
Nel 1936 la salma di padre Damiano fu riportata in Belgio, dove ebbe solenni funerali di Stato, e collocata a Lovanio, nella chiesa dei padri dei Sacri Cuori. (SL) (Agenzia Fides 7/10/2009)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network