OCEANIA/AUSTRALIA - La Giornata per la Giustizia Sociale, il 27 settembre, punta sui giovani

mercoledì, 16 settembre 2009

Sydney (Agenzia Fides) – I giovani sono una forza essenziale per proporre efficacemente alla società temi e le questioni della giustizia sociale. Attraverso “la forza dello Spirito Santo”, essi sanno essere testimoni credibili delle sfide che il Vangelo pone alla società: è quanto afferma il Messaggio della Conferenza Episcopale Australiana, giunto all’Agenzia Fides, in occasione della Giornata per la Giustizia sociale, che tutta la chiesa del Nuovissimo Continente vivrà il 27 settembre prossimo. “Sono i giovani gli autentici ambasciatori di fede, giustizia e speranza”, ha sottolineato S. Ecc. Mons. Christopher Saunders, Presidente della Commissione “Giustizia e Pace” in seno alla Conferenza Episcopale, ricordando il tema centrale della GMG di Sydney del 2008.
Riproponendo “l’eredità della GMG, la forza dello Spirito Santo e la sua continua opera di ispirazione”, il Vescovo ha sottolineato che, nella lotta per la giustizia e la pace, occorre sempre “ricordar che noi cristiani siamo nuove creature, parte di un mondo sacro in cui Dio non è eclissato o relegato come irrilevante da una ideologia secolarizzata”.
“Siamo chiamati ad annunciare la grandezza dell’amore di Dio per noi, ad agire in modo retto in Suo nome e a essere agenti di speranza e di pace” nota il Vescovo.
Il Messaggio per la Giornata tocca diverse sfide sociali che la nazione australiana affronta in questa fase della sua storia, come l’integrazione degli aborigeni, l’esclusione, della disoccupazione, la tutela dell’ambiente e lo sviluppo, annotando per ciascun settore la necessità dell’impegno e della testimonianza dei cristiani nella sfera sociale. (PA) (Agenzia Fides 16/9/2009 righe 26 parole 268)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network