OCEANIA/AUSTRALIA - Una “esperienza di missione” in Papua: l’offerta dei fratelli De La Salle ai giovani australiani

venerdì, 11 settembre 2009

Port Moresby (Agenzia Fides) – “Provare per credere alla vocazione missionaria”, per avere lumi sul discernimento personale e decidersi a donare tutta la propria vita all’annuncio del Vangelo e al servizio del prossimo: è questa la proposta dei Fratelli de La Salle ai giovani australiani, invitati a cogliere la “incredibile opportunità di vivere due settimane di servizio missionario in Papua Nuova Guniea”.
Si tratta di un servizio volontario soprattutto con giovani e bambini disagiati o di famiglie povere, che viene svolto nelle missioni Lasalliane in Papua.
“Vivendo e lavorando a contatto con gli altri Fratelli Lasalliani e con le comunità locali, i giovani volontari vivranno l’esperienza diretta dell’impatto straordinario che i Fratelli hanno sulle situazioni di emarginazione e povertà giovanile in Papua”, spiegano a Fides i Lasalliani, che sperano di accendere la curiosità e l’impegno dei giovani australiani, aiutandoli a compiere quel passo decisivo verso la scelta di una consacrazione religiosa o di un servizio missionario permanente.
Fratel Mark McKeon, Direttore delle Vocazioni per i Fratelli Lasalliani, afferma in una nota inviata all’Agenzia Fides: “La qualità di vita in Papua Nuova Guinea è penalizzata dallo scarso accesso all’istruzione, alla sanità, all’occupazione, ai servizi di ricreazione sociale. Quello che offriamo ai giovani è la sfida di fare esperienza e operare all’interno di comunità locali per migliorare sensibilmente la vita di altre persone”.
I Fratelli credono che proprio tale esperienza di dono e di servizio gratuito, all’insegna del Vangelo, possa costituire la spinta decisiva per far germogliare e crescere nel cuore dei giovani australiani la vocazione missionaria. (PA) (Agenzia Fides 11/9/2009 righe 26 parole 265)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network