http://www.fides.org

Vaticano

2004-05-15

VATICANO - “Comunione e solidarietà tra l’Africa e l’Europa”: oggi secondo incontro in preparazione al Simposio dei Vescovi di Africa ed Europa, che si svolgerà a Roma dal 10 al 14 novembre.

Città del Vaticano (Agenzia Fides) - Si è svolto questa mattina presso la Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli (CEP), il secondo incontro di preparazione al Simposio dei Vescovi di Africa ed Europa, in programma dal 10 al 14 novembre a Roma. L’iniziativa è promossa dal Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE) e dal Simposio delle Conferenze Episcopali dell’Africa e Madagascar (SCEAM), ed è patrocinata dalla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli. Il tema del Simposio, a cui è prevista la partecipazione di un centinaio di Vescovi dei due continenti, i rappresentanti degli organismi di cooperazione e dei Dicasteri vaticani, è “Comunione e solidarietà tra l’Africa e l’Europa”. All’incontro preparatorio di oggi, il secondo, erano presenti 14 rappresentanti di CCEE, SCEAM e organismi della cooperazione. La riunione è stata presieduta da Sua Eminenza il Card. Josip Bozanic, Arcivescovo di Zagreb per la CCEE, Sua Ecc. Mons. John Onaiyekan, Vescovo di Abuja (Nigeria) per lo SCEAM e da Sua Ecc. Mons. Robert Sarah per la CEP.
Portando il suo saluto in apertura dell’incontro, il Card. Crescenzio Sepe, Prefetto della CEP, ha indicato alcuni motivi per cui la Congregazione ha accettato molto volentieri il patrocinio dell’iniziativa: il decimo anniversario della celebrazione dell’Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi per l’Africa (aprile-maggio 1994), la intensa realtà comunionale tra Africa ed Europa, ciò che rappresenta oggi l’Africa per la Chiesa missionaria e per la Chiesa universale.
Il Cardinal Prefetto ha poi sottolineato come il Simposio costituirà l’occasione di vivere una esperienza unica di comunione tra Vescovi africani ed europei, fondata sulla natura missionaria della Chiesa e sulla responsabilità comune per la missione, l’evangelizzazione e la pastorale. Accennando poi alle maggiori urgenze del continente africano, cui il Simposio cercherà di dare risposta, il Card. Sepe ha posto l’attenzione sia a quelle spirituali (crescita della Chiesa, formazione iniziale e permanente dei sacerdoti e di tutte le componenti ecclesiali...) che a quelle materiali (strutture pastorali, seminari, scuole, università...) senza tacere altri problemi del continente come alcune situazioni politiche, i rapporti con l’Islam, la crescita delle sette. (S.L.) (Agenzia Fides 15/5/2004; Righe 25; Parole 335)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network