ASIA/TAIWAN - Lettera pastorale della Conferenza Episcopale regionale di Taiwan per i 150 anni dell’evangelizzazione: imitiamo San Paolo per una missione dell’evangelizzazione in tutti i campi

lunedì, 2 febbraio 2009

Tai Nan (Agenzia Fides) – Autentico miglioramento della formazione cristiana, evangelizzazione creativa, lavorare profondamente nel quartiere, sollecitudine verso il continente, pregare con devozione: sono i 5 punti degli orientamenti per l’Anno Giubilare dell’evangelizzazione indicati dai Vescovi taiwanesi alla comunità cattolica dell’Isola nella Lettera Pastorale della Conferenza Episcopale Regionale di Taiwan. La Lettera, firmata nel giorno della festa del Battesimo del Signore, 11 gennaio 2009, è intitolata “Celebrare i 150 anni dell’Evangelizzazione imitando San Paolo, per una missione dell’evangelizzazione completa in tutti i campi”. I Vescovi analizzano la situazione sociale ed ecclesiale attuale in quattro capitoli: 1. Dolori e preoccupazioni, gioie e speranze della popolazione della regione di Taiwan; 2. Anno Paolino e Giubileo dell’evangelizzazione della Chiesa di Taiwan; 3. Orientamenti dell’Anno Giubilare dell’evangelizzazione; 4.Conclusione.
Nel primo capitolo, che analizza gli aspetti dell’attuale situazione, i Vescovi hanno sottolineato l’importanza del “ritorno al Vangelo di Cristo, che è l’unica via di uscita perché il mondo possa raggiungere la pienezza secondo il disegno di Dio”. L’insegnamento di San Paolo è la risposta per eccellenza in un mondo sempre più multi-etnico, multi-culturale e globalizzato. Inoltre “riconciliarsi con Dio, con la Creazione, con gli uomini, è la strada che dobbiamo perseguire obbligatoriamente”. Nel secondo capitolo, in cui si parla dell’Anno Paolino e del Giubileo dell’evangelizzazione della Chiesa di Taiwan, viene ricordato il grande contributo dei missionari, soprattutto Domenicani. Oggi i volontari, i fedeli laici, dovrebbero essere i protagonisti della vita della Chiesa sollecitando una ulteriore apertura della comunità dell’isola, che “è relativamente chiusa”. I Vescovi hanno anche indicato esplicitamente 5 punti negli Orientamenti dell’Anno Giubilare dell’evangelizzazione, che abbiamo citato all’inizio.
Infine i Pastori di Taiwan hanno esortato tutti i fedeli a legare la missione della Chiesa con la tradizionale celebrazione del Capodanno cinese. Hanno incoraggiato i fedeli a seguire l’esempio di San Paolo - “prendete il largo con coraggio per pescare” - ed hanno invocato Nostra Signora Aiuto dei Cristiani, “modello di tutti i discepoli e Stella luminosa dell’evangelizzazione” (Ecclesia In Asia, 51), perché con la sua intercettazione e il nostro impegno “fioriscano i frutti dell’evangelizzazione a Taiwan”. Concludono la Lettera, in occasione del capodanno cinese, augurando a tutti un buon anno colmo della Grazia del Signore”. (NZ) (Agenzia Fides 02/02/2009 - righe 31, parole 370)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network