http://www.fides.org

Asia

2004-04-22

ASIA/MYANMAR - “Liberate Aug San Suu Kyi”: l’appello della Commissione Onu per i Diritti Umani

Ginevra (Agenzia Fides) - Rilasciare immediatamente l’attivista per i diritti umani Aung Sans Suu Kyi, ancora agli arresti domiciliari, e con lei gli altri detenuti politici: è la richiesta ufficiale inoltrata al governo birmano dalla Commissione Onu per i Diritti umani, riunita a Ginevra per la sua assemblea annuale. La Commissione ha anche chiesto al governo di fermare le “sistematiche violazioni” dei diritti umani e di alleggerire le restrizioni imposte alle attività politiche non violente. La mozione, presentata da Unione Europea, Stati Uniti e Sud Corea, è stata approvata all’unanimità dai 53 membri della Commissione.
La raccomandazione aggiunge pressioni sul governo birmano dopo che, alcuni giorni fa, la giunta militare al potere aveva concesso la riapertura della sede della Lega Nazionale per la Democrazia nella capitale Yangon. La Lega è il movimento politico di opposizione, guidato dalla attivista Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la pace nel 1991. Secondo voci circolanti, la donna potrebbe essere rilasciata in tempi brevi, ma secondo altri osservatori Aung San Suu Kyi, che ha trascorso 9 degli ultimi 15 anni in stato di detenzione, potrebbe restare agli arresti almeno fino al 17 maggio, giorno di apertura dei lavori di una Convenzione nazionale che sarà chiamata a disegnare una nuova Costituzione del paese.
La Commissione Onu ha dichiarato di apprezzare gli sforzi di una “road map” per la democrazia in Myanmar, ma ha sottolineato la necessità di stabilire un piano con tempi dettagliati, che coinvolga tutte le parti politiche presenti nel paese.
La partecipazione di rappresentanti della Lega e della stessa Suu Kyi ai lavori della Convenzione è stata definita da osservatori internazionali condizione imprescindibile per dare credibilità al processo di democratizzazione presentato dall’attuale giunta, salita al potere nel 1988 in un paese governato militarmente dal 1962.
(PA) (Agenzia Fides 22/4/2004 lines 29 words 300)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network