AMERICA - “Condanniamo questi fatti di violenza che disgraziatamente stanno diventando qualcosa di quotidiano in alcune città dei nostri paesi”: le Conferenze Episcopali di America Latina e Caribe solidali con il popolo spagnolo, cui sono legati da vincoli di storia, lingua e tradizioni.

venerdì, 12 marzo 2004

Roma (Agenzia Fides) - Appresa la triste notizia degli attentati terroristi perpetrati giovedì 11 marzo a Madrid (Spagna), i popoli latinoamericani legati alla Spagna da vincoli di amicizia, di cultura, di tradizioni, di lingua e di storia, hanno subito espresso le loro condoglianze al popolo spagnolo, la loro vicinanza spirituale e la loro ferma condanna per questi esecrabili atti di violenza. Il Comunicato del Consiglio Episcopale Latinoamericano (CELAM) rileva come questi episodi di violenza, “disgraziatamente, stanno diventando qualcosa di quotidiano in alcune città dei nostri paesi, con il tragico bilancio di morti e di feriti”. I Vescovi peruviani, ricordando gli anni di sanguinosa violenza terrorista che colpì il popolo peruviano, sottolineano che questi fatti riprovevoli e ingiustificati violano il diritto fondamentale alla vita e scalzano la convivenza pacifica dei popoli. Inoltre i Vescovi chiedono di intraprendere una crociata mondiale in favore della vita, per guidare il mondo verso il rispetto vicendevole e verso la pace tanto necessaria. (R.Z.) (Agenzia Fides 12/3/2004; righe 11 - parole 156)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network