ASIA/CAMBOGIA - Per la Giornata Missionaria Mondiale la Chiesa rilancia l’impegno a formare missionari e giovani sull’esempio di San Paolo

martedì, 14 ottobre 2008

Phnom Penn (Agenzia Fides) – Un incontro per tutti i nuovi missionari, religiosi e laici, che si apprestano a operare, o già lo fanno da qualche tempo, nel Vicariato Apostolico di Phonm Penh; la preparazione di iniziative pastorali particolarmente dinamiche per i giovani del Vicariato: così la Chiesa cambogiana è un cantiere aperto, proteso verso la missione, e sta vivendo il mese dell’Ottobre missionario cercando di sensibilizzare al meglio tutta la comunità sull’urgenza dell’evangelizzazione.
Mons. Emile Destombes, Vicario Apostolico di Phnon Penh, ha inviato una Lettera pastorale ai fedeli, ricordando gli importanti appuntamenti del mese e focalizzandosi soprattutto sulla celebrazione della Giornata Missionaria Mondiale, che sarà vissuta il 19 ottobre in tutte le chiese e le parrocchie del Vicariato, con una speciale attenzione di tutti alle necessità, materiali e spirituali, delle missioni cattoliche.
Fra gli eventi segnalati, Mons. Destombes ricorda l’ammissione di un seminarista fra i candidati al presbiterato, la beatificazione dei genitori di Santa Teresa di Lisieux, la coincidenza con l’Anno Paolino: l’Apostolo delle genti, afferma il Vicario, dev’essere un modello missionario per tutti i cristiani cambogiani
Ma un’attenzione speciale sarò data soprattutto ai nuovi missionari che portano una ventata di entusiasmo nel Vicariato, che si riuniranno il 25 ottobre, e alle iniziative di pastorale giovanile, per rendere i giovani sempre più protagonisti della missione.
(PA) (Agenzia Fides 14/10/2008 righe 28 parole 284)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network