http://www.fides.org

Asia

2004-02-25

ASIA/FILIPPINE - Educatori e professori riuniti a Mindanao: la pace si costruisce nelle scuole, partendo dalla formazione degli studenti

Davao (Agenzia Fides) - La pace a Mindanao - grande isola nel Sud delle Filippine, dove operano diversi gruppi guerriglieri islamici- comincia nelle scuole, educando i giovani alla tolleranza, al dialogo, al pluralismo, alla reciproca stima e rispetto fra cristiani, musulmani e lumads (indigeni). Lo hanno affermato con forza oltre 300 fra professori, educatori, animatori di comunità cristiane e musulmane, in un incontro tenutosi dal 23 al 25 febbraio a Davao, dal titolo “Una Mindanao pacifica, forte e progredita: varcare le frontiere della diversità attraverso un’educazione responsabile”.
I partecipanti hanno discusso sulle diverse strategie, contenuti e modalità dei programmi di istruzione in vigore nelle 25 province e 27 città di Mindanao. C’erano rappresentanti del Dipartimento dell’Istruzione di sei regioni di Mindanao, presidi di scuole pubbliche e private, insegnati di madrase (scuole islamiche), che hanno riflettuto sulle principali sfide che attendono le scuole, gli studenti e tutto il personale impegnato nel lavoro di istruzione e nell’educazione dei giovani a Mindanao.
Il convegno ha formulato alcune proposte concrete per mettere in pratica le idee guida di qualità dell’istruzione, accesso all’istruzione, educazione alla pace e alla riconciliazione, che significa integrare nei curriculum scolastici corsi di educazione alla pace, alla tolleranza e al dialogo.
I partecipanti hanno cercato anche “strategie convergenti” per armonizzare le problematiche e le esigenze dei diversi gruppi etnici, culturali e religiosi, rilevando come il settore dell’istruzione sia prezioso per ottenere la pace a Mindanao.
Intanto proprio per incrementare la “qualità dell’istruzione”, per formare e aggiornare gli insegnanti, l’Università cattolica Notre Dame di Cotabato, gestita dai missionari Oblati di Maria Immacolata, ha lanciato di recente un programma di formazione per oltre 1.000 docenti di scuole elementari e superiori, in maggioranza musulmani, nelle province di Maguindanao, Cotabato, Sultan Kundarat e Lanao del Sur. Il corso di formazione, finanziato da contributi del governo giapponese, tratterà metodologie e contenuti, fra i quali il ruolo degli insegnati nell’educazione alla pace e alla riconciliazione.
(PA) (Agenzia Fides 25/2/2004 lines 34 word 369)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network