COREA DEL SUD - “San Paolo e la missione in Corea”: Simposio della Chiesa coreana

lunedì, 29 settembre 2008

Seul (Agenzia Fides) – Come rendere presente il carisma e lo slancio missionario tipico di San Paolo in terra di Corea: è stato questo l’interrogativo di fondo del Simposio celebrato di recente dalla Chiesa coreana in occasione dell’Anno Paolino. Il Simposio, tenutosi nei giorni scorsi a Seul, è stato organizzato in cooperazione fra la Commissione Episcopale per y”, che opera nel campo dei mass-media.
S. Ecc. Mons Paul Choi Deok-ki, Presidente della Commissione Episcopale per l’Evangelizzazione, ha sottolineato: “Una misura della vitalità della Chiesa è la sua capacità di evangelizzare”, esortando la Chiesa coreana a tenere desta la sua passione per la missione. “In occasione dell’Anno Paolino è necessario imparare il lavoro missionario da San Paolo, che è stato il missionario più grande, animato da una passione ardente per la missione”, ha aggiunto.
Fra gli altri interventi al Simposio, il prof Damian Kim Young-nam, docente all’Università Cattolica di Corea, ha presentato una relazione sullo spirito missionario tipico dell’Apostolo, affermando poi: “L’anima della Chiesa coreana è lo spirito del martirio. Il Signore ha effuso la sua abbondante grazia sulla Chiesa in Corea che è stata istituita dai martiri coreani. Ma non dobbiamo dimenticare che la grazia divina ci è stata data per condividerla con i nostri vicini”.
Il prof. Andrea Yoo Hee-seok, docente all’Università Cattolica di Suwon, ha chiesto a tutti i fedeli coreani di ritrovare la propria identità come missionari, ispirandosi all’esempio di San Paolo, per fecondare con il Vangelo la terra di Corea.
Nel corso del Simposio si è ricordato l’impegno della Chiesa coreana a vivere l’Anno di San Paolo all’insegna della comunione ecumenica, coinvolgendo le Chiese sorelle, dando nuovo vigore al dialogo e potenziando la collaborazione in tutti i campi, specialmente quello della carità La speranza è che “l’Anno Paolino non sia solo una festa all’interno della Chiesa, ma che diventi una festa di vita e verità in tutti i settori della società”.
(PA) (Agenzia Fides 29/9/2008 righe 27 parole 276)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network