http://www.fides.org

Europa

2004-02-09

EUROPA/ITALIA - Appello dei laici francescani per la pace in Terra Santa: “L’Europa non può stare soltanto a guardare” – Per il secondo anno parte l’iniziativa “Dipingi le piazze di pace” per sensibilizzare i giovani

Roma (Agenzia Fides) – “Operiamo tutti per dare forza alla speranza! La pace resta possibile. E se possibile, la pace è anche doverosa!”. E’ l’appello lanciato dai laici francescani di Italia che, “avendo nel cuore le tante guerre che feriscono l’umanità” intendono “richiamare l’attenzione sul conflitto in Terrasanta perché esso si è trasformato ormai in un triste emblema per l’intensità e le modalità con le quali viene combattuto”. L’appello, inviato agli inizi di febbraio al Presidente della Repubblica Italiana Azeglio Ciampi, al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e al Presidente della Commissione Europea Romano Prodi – e giunto all’Agenzia Fides – nota che il conflitto in Terra Santa “innesca un corto circuito distruttivo” e che “ rappresenta l’immagine dell’impotenza dell’uso della forza”.
Il testo afferma: “Battersi per la pace significa battersi per la convivenza civile, perché pace significa verità e giustizia, dando soluzione ai problemi di una vita decorosa in libertà, sicurezza e nel riconoscimento della dignità della persona contro ogni tipo di manipolazione”.
I francescani secolari scrivono alle istituzioni nazionali ed europee “per dire che l'Europa non può stare soltanto a guardare, ma ha il dovere di superare la mancanza di volontà politica, intervenendo con decisione per ottenere il trattato di pace tra Israele e Palestina. Per questo ci sentiamo testimoni responsabili sia nella preghiera, che nelle iniziative pubbliche di sensibilizzazione e nel sostegno vigile dell’ azione diplomatica dei governi.”
“Per risolvere il conflitto israelo-palestinese – continua l’appello – è indispensabile l'intervento degli organismi internazionali nel pieno rispetto del diritto internazionale e delle risoluzioni dell’Onu”. Superando la logica delle rappresaglie, “occorre dire che i Palestinesi hanno diritto alla libertà, alla sicurezza e alla dignità tanto quanto gli Israeliani ed entrambi hanno diritto allo sviluppo delle rispettive società e di tutti i suoi membri”, rilanciando il grido del Papa: “La Terra Santa non ha bisogno di muri, ma di ponti!”.
Abbinata all’iniziativa dell’appello, si terrà in tutta Italia il 15 febbraio 2004, per il secondo anno consecutivo, la giornata “Dipingi le piazze di pace”: centinaia di giovani produrranno nelle piazze italiane grandi disegni, striscioni e dipinti sul tema della pace, cercando di richiamare l’attenzione sulla drammatica situazione della Terra Santa.
(PA) (Agenzia Fides 9/2/2004 lines 34 words 375)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network