ASIA/CAMBOGIA - “Con Paolo, annunciare il Vangelo”: Lettera Pastorale del Vicariato Apostolico di Phnom Penh per l’Anno Paolino

martedì, 1 luglio 2008

Phnom Penh (Agenzia Fides) – “Con Paolo, annunciare il Vangelo”: è questo il titolo della Lettera Pastorale diffusa dal Vicariato Apostolico di Phnom Penh in occasione dell’Anno Paolino. S. Ecc. Mons. Emiles Destombes, Vicario Apostolico, che ha firmato il testo, prende spunto da un passo della Lettera di San Paolo ai Corinzi. “Non è infatti per me un vanto predicare il Vangelo; è per me un dovere: guai a me se non predicassi il Vangelo!” (1 Cor 9,16), esortando i fedeli a fare proprio questo atteggiamento, sull’esempio dell’Apostolo Paolo.
Il testo si rivolge in special modo alle nuove generazioni: “Vorrei in particolare invitare i ragazzi e i giovani a trovare uno slancio nuovo per essere testimoni di Cristo, che è tutto in tutti. Domando a ogni comunità parrocchiale, a ogni comunità religiosa, a ogni organizzazione o istituzione cattolica del nostro Vicariato di sostenere e stimolare i gruppi di giovani e ragazzi perché possano scoprire la chiamata del Signore a essere responsabili della Parola che hanno ricevuto”, prosegue il testo.
Il Vicario sottolinea anche i differenti mezzi e sussidi di animazione che sono a disposizione delle comunità per conoscere meglio San Paolo: una presentazione dell’Apostolo elaborata dalla Chiesa locale, che sarà inviata a ogni comunità, e un piccolo commentario sulle Lettere di Paolo. Sono previsti inoltre diversi incontri e seminari di lettura e comprensione dei testi di San Paolo, che saranno organizzati nel corso dell’Anno; per le scuole è disponibile un video che racconta la vocazione di San Paolo e i suoi viaggi missionari, mentre sacerdoti, religiosi e catechisti potranno partecipare a Giornate di formazione sulla teologia paolina, predisposte nel Vicariato.
L’Anno Paolino, afferma la Lettera, costituirà un banco di prova per la comunità nell’annunzio del Vangelo: su questa traccia sarà effettuata la verifica conclusiva prevista alla fine dell’Anno di San Paolo, che Mons. Destombes descrive come una “preziosa opportunità per la nostra comunità cattolica”.
L’auspicio del Vescovo è questo: “Quest’anno sulle orme dell’Apostolo Paolo sia un anno missionario, durante il quale possiamo posiamo valutare il nostro annuncio del Vangelo e rinnovare quest’annuncio, perchè la nostra piccola Chiesa sia segno di pace e di amore nella società cambogiana”.
(PA) (Agenzia Fides 1/7/2008 righe 27 parole 279)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network