http://www.fides.org

America

2003-12-05

AMERICA/ARGENTINA - L’ARCIVESCOVO DI BUENOS AIRES CONSEGNA IL MANDATO MISSIONARIO A PIU’ DI 1000 MISSIONARI PER ANNUNCIARE IL VANGELO NELLE PERIFERIE DELLA CAPITALE E NELLE ZONE RURALI PIU' LONTANE.

Buenos Aires(Agenzia Fides) – Il Card. Jorge Mario Bergoglio, Arcivescovo di Buenos Aires e primate della Chiesa in Argentina, sabato 6 dicembre 2003, nella Cattedrale metropolitana, celebrerà una solenne Messa per l’Invio missionario di circa 100 gruppi missionari di Buenos Aires, in totale più di 1000 persone. Alcuni di loro si recheranno ad annunciare il Vangelo nelle estreme periferie della capitale, dove grande è la miseria e l’emarginazione, o nelle zone rurali più lontane, altri nei rispettivi ambienti di vita e di lavoro.
“Si tratta di un evento che si svolge ogni anno, dal 1989. L’idea è che i gruppi missionari ricevano il mandato dal nostro Arcivescovo, prima di intraprendere la missione e poichè la maggioranza di loro svolge la propria attività missionaria durante i mesi di gennaio e febbraio, la Messa di invio si celebra a dicembre” spiega Pablo Piccolini, Coordinatore del Centro Arcidiocesano dei Gruppi Missionari (CAGM) di Buenos Aires (Argentina) in una nota inviata all’Agenzia Fides.
“I gruppi missionari costituiscono una ricchezza molto grande della Chiesa argentina e hanno alcune caratteristiche peculiari. Il numero dei membri di ogni gruppo missionario varia, in genere sono da 5 a 30 persone. Normalmente la maggioranza di loro sono laici, accompagnati da uno o due sacerdoti, l’età dei missionari oscilla tra i 15 e i 35 anni. Alcuni di questi gruppi sono parrocchiali, altri appartengono alle scuole medie e altri ancora sono animati da qualche ordine religioso”, prosegue Pablo Piccolini.
Alcuni gruppi missionari svolgono la loro attività missionaria durante tutto l’anno, altri solo durante l’estate, dedicandovi in genere il tempo delle vacanze. Questi ultimi comunque si radunano periodicamente tutto l’anno per preparare la missione estiva e mantengono stretti contatti con la comunità dove svolgono la missione. Questi gruppi in genere lavorano in zone rurali e povere dell’interno del paese, lontane dalla regione urbana di Buenos Aires. Coloro invece che si impegnano nella missione durante tutto l’anno si dedicano ad essa soprattutto nei fine settimana o ogni quindici giorni, recandosi in qualche “favelas” della periferia della zona metropolitana di Buenos Aires.
La Solenne Celebrazione Eucaristica dell’Invio missionario – rileva il Coordinatore del CAGM – è un’esperienza molto positiva di comunione tra i diversi gruppi, ed è un evento molto importante per l’animazione missionaria della nostra Arcidiocesi. Inoltre è l’occasione in cui tutti i gruppi possono ascoltare il messaggio del loro Pastore”. (R.Z.) (Agenzia Fides 5/12/2003; Righe 31; Parole 394)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network