http://www.fides.org

America

2003-11-28

AMERICA/GUATEMALA - SECONDO GIORNO DI LAVORI DEL CAM 2 – IL CUORE DELLA CHIESA DEVE PALPITARE AL RITMO DELLE PAROLE DELL’APOSTOLO PAOLO: “GUAI A ME SE NON EVANGELIZZASSI”.

Città del Guatemala (Agenzia Fides) – Giovedì 27 novembre il calendario dei lavori del Secondo Congresso Missionario Americano ha dedicato la Giornata all’Asia. La preghiera iniziale è stata quindi focalizzata a considerare la missione come una necessità urgente per questo continente. Come ci riferisce dal Guatemala il corrispondente dell’Agenzia Fides, p. Victor Livori, durante questo momento di preghiera è stato recitato il Padre nostro in urdu, una delle lingue maggiormente usate in India.
All’inizio della sua conferenza il Card. Oscar Rodriguez Maradiaga, Arcivescovo di Tegucigalpa (Honduras) ha invitato l’assemblea ad un momento di preghiera in suffragio del catechista laico German Antonio Arribas, della diocesi di Santa Rosa de Copán (Honduras), ucciso il giorno prima. Il tema dell’intervento del Card. Maradiaga riguardava “la Missione partendo dalla piccolezza, dalla povertà e dal martirio”. Il porporato ha messo in risalto che “siamo poca cosa di fronte a questo mondo, tuttavia siamo un piccolo seme che cade in qualsiasi posto, e dalla nostra piccolezza ed insignificanza edifichiamo il Regno di Dio. Evangelizzare oggi è costruire il Regno di verità, di vita, di grazia, di amore, di pace. L’arma di distruzione è la povertà, l’ingiustizia, la corruzione e l’ingiustizia sociale”.
Il Card. Maradiaga ha inoltre evidenziato che evangelizzare dalla povertà significa agire come Gesù, che con i suoi discepoli, passava di villaggio in villaggio, ed ha citato il documento di Puebla in cui l’America è invitata a “dare dalla sua povertà”. Oggi occorre evangelizzare con audacia, imitando i santi martiri dell’America, ha esortato il Cardinale, che ha poi concluso il suo intervento sottolineando che nella Chiesa non si può soffrire di insufficienza cardiaca, in quanto il nostro cuore deve palpitare al ritmo delle parole dell’apostolo Paolo: “Guai a me se non evangelizzassi”.
I lavori sono continuati con la testimonianza di padre Joaquin Garcia, OSA, su “La Missione, testimonianza del Creato” e con la conferenza della professoressa Adelaida Sueiro sul tema “La Missione, annuncio del Vangelo della Vita per tutti, in pienezza”, in cui è stato ribadito che l’evangelizzazione deve partire dalla fede nel “Dio della Vita”.
A conclusione della mattinata si è svolta la preghiera di ringraziamento a Dio, con elementi della cultura Maya, mentre il pomeriggio è stato dedicato ai lavori di gruppo che hanno analizzato i fattori che ostacolano e che facilitano la missione oggi.
(S.L.) (Agenzia Fides 28/11/2003; Righe 31; Parole 398)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network