AMERICA/GUATEMALA - APERTO IL CONGRESSO MISSIONARIO AMERICANO IN UN CLIMA DI GIOIA E DI PREGHIERA: “E’ UN DONO DI DIO CHE CITTA’ DEL GUATEMALA DIVENTI LA CAPITALE DEL MONDO CATTOLICO, E’ UNA CHIAMATA PER TUTTI” DICE IL CARD. TORUNO. ANCHE AFRICA E ASIA PENSANO AL LORO CONGRESSO MISSIONARIO CONTINENTALE.

mercoledì, 26 novembre 2003

Città del Guatemala (Agenzia Fides) – In un clima di festa, di gioia e di preghiera, nel pomeriggio di martedì 25 novembre si è aperto presso l’Auditorium Giovanni Paolo II di Città del Guatemala, il Secondo Congresso Missionario Americano, che vede riuniti oltre 3.000 congressisti tra cui 8 Cardinali, 113 Arcivescovi e Vescovi, 689 sacerdoti, 395 religiosi/e, 27 diaconi, 70 seminaristi ed un gran numero di laici, tra cui molti giovani.
Prima della cerimonia di apertura, si è snodata una solenne processione con le Immagini Pellegrine del Santo Cristo d’Esquipulas, della Vergine di Guadalupe e di San Pedro de Betancur, che durante l’Anno Santo Missionario hanno percorso le diocesi dell’America Centrale. Lungo la strada che portava all’Auditorium, una folla di uomini, donne e bambini seguiva la processione cantando e pregando, lungo le strade addobbate a festa; i negozi hanno chiuso e molte persone hanno lasciato il lavoro per unirsi ai pellegrini. La processione è stata così lunga e solenne che è arrivata all’Auditorium circa un’ora dopo l’ora prevista.
“Poniamo nelle mani della Vergine di Guadalupe e del Cristo Negro di Esquipulas questo Congresso Missionario e tutti i partecipanti” ha detto il Card. Rodolfo Quezada Toruno, Arcivescovo di Guatemala, che ha porto il benvenuto ai partecipanti, ricordando che la presenza dell’Inviato Speciale del Santo Padre, il Card. Crescenzio Sepe, “prolunga nel nostro Paese la presenza luminosa del Papa Giovanni Paolo II, infaticabile missionario che in tre occasioni ha visitato questo Paese”. Il Card. Toruno ha poi riaffermato la fedeltà al Santo Padre, “missionario instancabile, difensore della vita e dei valori del Vangelo, Pastore della speranza”.
Il Card. Sepe ha invitato i presenti a pregare in modo particolare per il Santo Padre e si è rivolto anche a bambini, giovani, anziani e malati, perchè offrano le loro rinunce e sofferenze per la Missione. Il Nunzio Apostolico, Mons. Ramiro Moliner, ha quindi dato lettura del Messaggio inviato dal Santo Padre Giovanni Paolo II, che pubblichiamo integralmente a parte.
In un commento per l’Agenzia Fides, il Card. Crescenzio Sepe ha sottolineato che “i frutti dell’arduo lavoro svolto durante gli anni di preparazione del CAM 2 sono già visibili” ed ha anche sottolineato l’importanza di promuovere questo tipo di Congressi anche negli altri continenti, in Africa e in Asia, allo scopo di ottenere “i frutti di un rinnovato impegno missionario a livello mondiale”. A questo scopo – ha concluso il Card. Sepe – i Vescovi di questi due continenti sono già stati convocati per studiare come rendere concreta la realizzazione di un Congresso continentale.
(S.L.) (Agenzia Fides 26/11/2003; Righe 31; Parole 432)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network