http://www.fides.org

America

2003-11-07

AMERICA/COLOMBIA - NON SI ARRESTA IL MARTIROLOGIO DELLA CHIESA COLOMBIANA: ALTRI DUE SACERDOTI UCCISI A DISTANZA DI POCHE ORE

Città del Vaticano (Agenzia Fides) - Il sacerdote Paulo Carreño, parroco di Saravena, località al confine con il Venezuela, in un dipartimento, l’Arauca, dove conflitti e violenze sono all’ordine del giorno, è stato assassinato a colpi di arma da fuoco martedì 3 novembre, intorno alle 3 del pomeriggio. Anche una impiegata dell’ospedale locale che era in macchina con lui, Maritza Linares, è rimasta uccisa. L’attentato è avvenuto vicino all’ospedale Sarare, lungo la strada che da Saravena conduce a Fortul. Padre Carreño, 38 anni, era originario di Guacamayas (Boyacá). A Saravena era giunto 9 anni fa come vicario parrocchiale, e da due anni, era parroco di Cristo Rey de Saravena. Secondo il Comandante locale della polizia, il sacerdote non aveva ricevuto minacce e l’assassinio è da imputare a gruppi che operano ai limiti della legge: infatti sono diversi i gruppi guerriglieri che si disputano il controllo di questa regione petrolifera.
Poche ore dopo, nella notte di martedì 3 novembre, un altro sacerdote, don Henry Humberto López Cruz, parroco a Villavicencio, capitale della regione di Meta, nella Colombia centrale, è stato ucciso a pugnalate nella casa parrocchiale. Il corpo, legato ad una sedia, è stato ritrovato da una donna che svolgeva i lavori domestici. Secondo la polizia il sacerdote non aveva denunciato minacce e i vicini di casa non hanno sentito rumori particolari nella notte dell’omicidio. Don Henry Humberto López Cruz, originario del Libano (Tolima), 44 anni, da solo 8 mesi era parroco del quartiere El Remanso a Villavicencio.
Negli ultimi 10 anni sono una sessantina i vescovi, sacerdoti, religiosi, religiose, seminaristi e laici cattolici uccisi in Colombia in attacchi attribuiti alla guerriglia. Tra loro l’Arcivescovo di Cali, Isaias Duarte Cancino, assassinato il 16 marzo 2002 all’uscita della Messa. (S.L.) (Agenzia Fides 7/11/2003; Righe 20 – Parole 287)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network