AMERICA/BRASILE - V Conferenza Generale di Aparecida - Ultima settimana dei lavori: il 31 maggio il Messaggio finale. Il Congresso Eucaristico Internazionale del 2008 sarà un'opportunità magnifica per sospingere la Grande Missione Continentale

martedì, 29 maggio 2007

Aparecida (Agenzia Fides) - I Vescovi Latinoamericani e dei Caraibi riuniti ad Aparecida stanno percorrendo questa settimana l'ultima tappa del loro lavoro: giovedì 31 maggio verrà consegnato un Messaggio finale che raccoglie le riflessioni iniziate il 13 maggio con l'inaugurazione della V Conferenza da parte di Papa Benedetto XVI.
Tutte le mattine le riunioni della Conferenza iniziano con la Liturgia delle Ore e la Celebrazione Eucaristica. Lunedì 28 maggio, Mons. Carlos Aguiar Retes, Vescovo di Texcoco in Messico e Primo Vicepresidente del CELAM, ha commentato il brano evangelico della visita di María a sua cugina Elisabetta, mettendo in risalto che, come Elisabetta si domandava “Chi sono io perché la Madre del mio Signore venga da me?', oggi noi possiamo chiederci: “Chi sei, Chiesa dell'America, perché la Madre dwl mio Signore sia venuta a visitarti?” Mons. Aguiar ha invitato tutti i partecipanti ad "essere una Chiesa in stato permanente di missione. Una Chiesa che riscopra e consideri l'Eucaristia domenicale. Una Chiesa che sia casa per tutti, scuola dove si impari, per mezzo della testimonianza di quanti la formano, la carità, l'amore."
Durante questi ultimi giorni di lavori, i partecipanti definiranno i punti che formeranno il documento finale, il quale sarà consegnato al Santo Padre Benedetto XVI il prossimo 11 giugno dalla Presidenza della V Conferenza, formata dal Cardinale Francisco Javier Errázuriz, Arcivescovo di Santiago del Cile e Presidente del CELAM; dal Cardinale Giovanni Battista Re, Prefetto della Congregazione per i Vescovi e Presidente della Pontificia Commissione per l'America Latina; e dal Cardinale Geraldo Majella Agnelo, Arcivescovo di São Salvatore di Baia e Primate del Brasile. Secondo quanto hanno spiegato gli organizzatori della V Conferenza, benché già sia stato definito lo schema finale del documento, questo può variare man mano che si aggiungono i contributi finali dei partecipanti. Il documento finale si differenzia dal Messaggio finale, che sarà consegnato dai Vescovi giovedì 31 maggio alle ore 10 (ora di Sao Paulo), giorno in cui termina la V Conferenza con l'Eucaristia che sarà presieduta dal Card. Errazuriz.
Mons. Angelico Sândalo Bernardino, Vescovo di Blumenau (Brasile) ha spiegato durante la conferenza stampa le prospettive sulle quali si sta riflettendo nell'elaborazione del Documento Finale e del Messaggio Conclusivo. In particolare ha sottolineato che con questa V Conferenza si vuole far sì che la Chiesa sia un'autentica discepola di Gesù, dove tutti i suoi membri, Vescovi, sacerdoti, religiosi, laici e laiche, siano i suoi fedeli seguaci.
Riguardo alla Missione, ha ricordato che il suo obiettivo sarà che tutti e tutte abbiano la vita, e l'abbiano in abbondanza. Ha poi sottolineato l'urgenza della presenza dei discepoli e dei missionari di Cristo nei nuovi areopaghi, nel campo politico e pubblico, per comunicare i valori del Regno di Dio, che riguardano anche la giustizia sociale, la famiglia, la difesa della creazione, la partecipazione ed il riconoscimento del ruolo delle donne, la responsabilità dei genitori, la salute dei malati… La missione sarà rivolta principalmente ai battezzati che sono lontani dalla Chiesa e non partecipano alla vita della comunità, così come verso quelli che non hanno mai conosciuto Gesù.
Durante la conferenza stampa il Cardinale Marc Ouellet, Arcivescovo di Québec (Canada), ha parlato anche dei preparativi in vista del 49° Congresso Eucaristico Internazionale che si celebrerà in Québec dal 15 al 22 giugno 2008, sul tema "L'Eucaristia, dono di Dio per la vita del mondo". Secondo quanto ha indicato, questo Congresso segnerà una tappa importante nello sviluppo del Movimento Eucaristico mondiale. "La tematica sarà un prolungamento di quella trattata durante questa V Conferenza Generale. Presenta alcuni aspetti della dottrina Eucaristica in una maniera abbastanza originale, insistendo sulla dimensione trinitaria e missionaria in una chiave ecclesiologica, che fa risaltare la Nuova Alleanza ed il simbolismo nuziale del mistero eucaristico" ha affermato il Cardinale Ouellet. Ha anche annunciato che ci sarà un Congresso teologico dall’11 al 13 giugno 2008 indirizzato specialmente a teologi e Pastori. Il Congresso Eucaristico Internazionale infine sarà un Kairós, una Statio orbis, un'opportunità magnifica per spingere la Grande Missione Continentale. (FP/RG) (Agenzia Fides 29/5/2007; righe 48, parole 669)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network