AMERICA/BOLIVIA - La Chiesa chiede aiuti per il centro psichiatrico San “Benito Menni”: campagna solidale per la Quaresima

mercoledì, 28 marzo 2007

Roma (Agenzia Fides) - La raccolta della quinta domenica di Quaresima a Santa Cruz de la Sierra, in Bolivia, è stata destinata alle Caritas Parrocchiali e all’Hogar Benito Menni.
La campagna solidale è stata annunciata nel corso della celebrazione della “Giornata di solidarietà Cristiana Parrocchiale” celebrata recentemente nella capitale boliviana.
La Chiesa cattolica realizza ogni anno questa campagna alla fine della Quaresima, sempre per scopi sociali. “La popolazione ha sempre dimostrato la sua sensibilità per i bisognosi” ha detto Padre Mauricio Bacardit, direttore della Pasoc (Pastorale Sociale della Caritas), chiedendo la solidarietà della popolazione verso i pazienti internati nel centro di salute mentale.
L’ospedale psichiatrico “San Benito Menni”, è stato fondato a Santa Cruz de la Sierra, Bolivia, nel 1994 come risposta alla situazione di abbandono ed esclusione sociale dei malati di mente. Da un connubio tra il Ministero per lo Sviluppo Umano, incaricato della politica educativa e sociale del paese, e la Chiesa Cattolica, rappresentata dalla Conferenza Episcopale Boliviana, incaricata delle opere sociali e pastorali della Chiesa, diventa una Istituzione Cattolica, senza fini di lucro, che inizia la sua attività assistenziale in un villaggio periferico della città, con 20 letti per i ricoveri.
Nel 1995 il Municipio cede alla Congregazione delle Suore (Congregación de las Hermanas), un ampio terreno per soddisfare la crescente domanda di cure della popolazione. Su questo nuovo terreno viene costruito un padiglione con 40 letti. Da allora il centro si è trasformato in un ospedale di terzo livello con tutte le strutture necessarie per dare assistenza qualificata alla popolazione bisognosa.
Per la costruzione di una sala speciale per i pazienti cronici del centro di salute mentale, servono almeno 50 mila dollari. Fino a quel momento, i malati sono curati nelle sale comuni. Tutti gli aiuti economici devono essere inviati all’ufficio della Pastorale Sociale della Caritas (Pasoc), entro il 31 marzo. Anche le parrocchie dipendenti dalla Caritas riceveranno gli aiuti che saranno destinati per il 50 % alle necessità di base. (AP) (28/3/2007 Agenzia Fides; Righe:30; Parole:337)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network