VATICANO - Cammino di preghiera per la Quaresima - Il programma delle prossime riflessioni

lunedì, 12 marzo 2007

Città del Vaticano (Agenzia Fides) - Dopo la presentazione dell’antica preghiera Mariana “Ave Regina Caelorum”, dello “Stabat Mater” e delle 14 stazioni della Via Crucis secondo lo schema usato per la celebrazione del Venerdì Santo 2005, con il commento preparato dall’allora Card. Joseph Ratzinger, l’Agenzia Fides prosegue il suo cammino quaresimale di preghiera con una serie di riflessioni che riguarderanno gli Atti di Dolore, di Carità, di Fede e di Speranza.
Dopo un’introduzione generale riguardante questi Atti, che comincerà martedì 13 marzo, ci soffermeremo in particolare, a partire da giovedì 15, sull’Atto di Dolore, adatto per questo periodo di Quaresima. Le riflessioni sugli altri Atti saranno presentate nel periodo dopo la Pasqua. La riflessione su Dio, sul peccato, sulla Salvezza, sui Comandamenti, sulla Confessione, oggetto di un costante Comando da parte della Chiesa, si svilupperà in 14 temi. Saremo giunti allora alla vigilia della Domenica delle Palme e dell’inizio della Settimana Santa. Una preghiera a San Giuseppe, che sarà pubblicata il 16 marzo, si inserirà in questo ciclo.
All’inizio della Settimana Santa, l’Agenzia Fides presenterà tre riflessioni sulla Passione, in special modo sulle «tre» tentazioni, i «tre» rinnegamenti di San Pietro. Le tre tentazioni di Gesù, le tre tentazioni di Pietro e la sua caduta… Com’è possibile che alcune parole di una semplice serva abbiano scosso colui che proclamava: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente» (Matteo 16, 16)?... È la debolezza umana… la nostra debolezza… Ed è per questo che San Pietro, che ne ha avuto esperienza, ci mette in guardia: «adversarius verster diabolus, tanquam leo rigiens circuit quaerens quem devoret; cui resistite fortes in fide» (1 Pietro 5, 8b-9a), «il vostro nemico, il diavolo, come leone ruggente va in giro, cercando chi divorare. Resistetegli saldi nella fede»… ci mette in guardia… ha conosciuto questo avversario!
Un rigoroso studio sinottico dei racconti del rinnegamento di Pietro dimostra che si tratta di una reale tentazione, di tre lunghi momenti di tentazione, nel corso dei quali rinnegò ogni volta Cristo a più riprese. È questo il racconto, frutto di una ricerca personale, che l’Agenzia pubblicherà sabato 30 marzo, ed il Lunedì Santo ed il Martedì Santo, 2 e 3 aprile. (J.M.) (Agenzia Fides 12/3/2007; righe 26, parole 368)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network