http://www.fides.org

Scienza e Medicina

2007-03-08

EUROPA/NORVEGIA - 1.5 milione di vite salve grazie al sostegno del Fondo Globale per la Lotta contro l’Aids, la malaria e la tubercolosi

Oslo (Agenzia Fides) - Oltre 1 milione e mezzo di persone malate di AIDS, tubercolosi e malaria in tutto il mondo sono state salvate grazie ai programmi del Global Fund per la Lotta contro le tre malattie, 3 mila vite ogni giorno.
Questi risultati, realizzati nel corso dei cinque anni di esistenza del Fondo, sono stati messi in luce dal “Partners in Impact - Results Report 2007,” rilasciato durante l’Incontro del Fondo Globale di Oslo, Norvegia, appena concluso.
Il numero reale di morti evitate grazie alle attività supportate dal Global Fund al 6 marzo 2007, è di 1.571.497.
“Il Global Fund sta salvando molte vite, grazie al sostegno di migliaia di persone appartenenti a organizzazioni in 136 paesi che si occupano dei malati di AIDS, TB e malaria, e che ne prevengono la diffusione. C’è ancora molto da fare per combattere queste tre malattie che uccidono quasi 6 milioni di persone all’anno. Speriamo che i risultati positivi finora raggiunti invoglino nuovi e vecchi donatori ad investire affinchè tutti nel mondo possano avere accesso ai trattamenti contro l’Aids, la malaria, e la tubercolosi” ha detto il dott.. Carol Jacobs, presidente del Global Fund Board.
In tutto, finora, sono state prevenute 1 milione e mezzo di infezioni di AIDS e TB, e 33 milioni di episodi di malaria; inoltre, 770 mila persone in terapia antiretrovirale vivranno almeno, in totale, 290 mila anni in più.
Grazie ai programmi del Global Fund, le morti ed i ricoveri per la malaria nelle zone più colpite del Sudafrica sono calate di oltre l’80% e le infezioni tra i bambini con meno di cinque anni di età si sono ridotte della metà.
In Rwanda, il Global Fund ha sostenuto programmi per il trattamento antiretrovirale di 30 mila persone ed ha aiutato 500 mila persone con consultazioni e test. Oggi il 60% di quanti hanno bisogno dei trattamenti contro l’AIDS lo ricevono, e entro il 2010 il paese potrebbe raggiungere l’obiettivo per tutti. Le infezioni di Hiv sono diminuite dal 5 al 3.1 per cento, e il 90% delle famiglie rwandesi con bambini piccoli hanno ricevuto zanzariere trattate per combattere la malaria.
In Cina si registra quasi il 17% dei casi di tubercolosi nel mondo, con una stima di 1 milione e mezzo di nuovi casi e circa 270 mila morti all’anno. Con l’aiuto del Global Fund, il paese asiatico è riuscito ad estendere l‘accesso alla cura al 100% della popolazione ed ha aumentato la percentuale di casi individuati dal 20% del 2001 al 79% del 2005.
Per avere gli antiretrovirali per 9.8 milioni di persone entro il 2010, il 50% in meno delle morti per la malaria, e 14 milioni di vite salve dalla tubercolosi, serviranno nuovi fondi e nuove risorse. Solo in questo modo 50 milioni di vite verrebbero salvate. (AP) (8/3/2007 Agenzia Fides; Righe:39 Parole:483)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network