AMERICA/ECUADOR - I disastrati in seguito all'eruzione del vulcano Tungurahua sono l’oggetto della Campagna Quaresimale di Solidarietà Munera 2007, promossa dalla Conferenza Episcopale

giovedì, 22 febbraio 2007

Quito (Agenzia Fides) - Con il Mercoledì delle Ceneri ha avuto inizio la Campagna Quaresimale di Solidarietà Munera 2007, promossa ogni anno dalla Conferenza Episcopale Ecuadoriana. Mons. Luis Sánchez, Vescovo di Tulcán e Segretario Generale della Conferenza Episcopale, ha invitato tutti gli ecuadoriani a rendere concreto l'amore che dobbiamo avere verso i nostri fratelli più bisognosi. Presentando la Campagna ha affermato che "Cristo ci chiede costantemente di continuare le opere di suo Padre: essere vicini a chi soffre, estendere il suo amore verso i poveri, dimostrare alle persone emarginate o colpite da qualunque danno che Dio non le abbandona."
La colletta si realizza a livello nazionale, in tutte le parrocchie e scuole cattoliche, ed ha come obiettivo principale, oltre ad essere solidali con i bisognosi, anche di proclamare il messaggio di Gesù Cristo sulla giustizia e l'amore, per suscitare in tutti una risposta di conversione che si manifesti in un atteggiamento di donazione al servizio degli altri.
Negli anni precedenti la colletta della Campagna è stata destinata a differenti progetti sociali, mentre quest’anno è dedicata ai disastrati in seguito all'eruzione del vulcano Tungurahua. Per loro la Chiesa ha già intrapreso diverse azioni, tra cui: distribuzione di razioni alimentari per 6.000 persone durante sei mesi; attenzione medica e somministrazione di medicine attraverso i dispensari della Chiesa e le equipe mediche organizzate dai segretariati diocesani di Pastorale Sociale; distribuzione di alimenti, cure veterinarie e somministrazione di medicinali per 5.000 capi di bestiame; costruzione di 41 rifugi per 38 famiglie e di locali scolastici per 49 bambini. La Conferenza Episcopale sta lavorando inoltre congiuntamente alla Caritas tedesca per la ricostruzione delle abitazioni e la ripresa economica attraverso progetti agricoli, di allevamento, artigianali e semindustriali.
“Munera” significa "doni di Dio", e questi doni devono generare la giustizia e l’amore, cosicché, di conseguenza, si instauri la pace sociale. La Campagna nacque nel 1976 per iniziativa del Cardinale Pablo Muñoz, che fece appello ai cattolici dell'Ecuador per “mettere in moto azioni a favore di quelli che si sentono emarginati, senza avere cibo sufficiente che sorregga la loro vita fisica e soprattutto, senza il pane dell'educazione e della cultura, che sostengano, come è dovuto, la dignità umana". (RG) (Agenzia Fides 22/2/2007; righe 27, parole 367)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network