ASIA/FILIPPINE - Un’assemblea missionaria nazionale e l’esperienza del “Campo missionario giovanile”: le iniziative in vista della Giornata Missionaria Mondiale, occasione per celebrare il 75° anniversario di fondazione delle Pontificie Opere Missionarie nelle Filippine

venerdì, 20 ottobre 2006

Manila (Agenzia Fides) - Una grande assemblea missionaria nazionale e un Campo scuola per i giovani: sono le principali iniziative delle Pontificie Opere Missionarie (POM) nelle Filippine, in vista della Giornata Missionaria Mondiale, come comunica all’Agenzia Fides p. Gilbert Garcera, Direttore Nazionale delle POM.
L’Assemblea, indetta dall’Ufficio Nazionale delle POM della Filippine in occasione del 75° anniversario della loro fondazione, ha visto la partecipazione di p. Garcera, dei 101 Direttori diocesani delle POM e di p. Vito Del Prete (Pime), Segretario generale della Pontificia Unione Missionaria. P. Del Prete ha presentato una riflessione sul tema “Alla sorgente dell’attività missionaria: la Deus Caritas Est e la risposta missionaria dei Fidei donum”.
Nell’incontro, p. Garcera ha ricordato l’origine delle POM nelle Filippine: nel 1932, l’Arcivescovo di Manila Miguel O’Doherty designò il Gesuita p. Jose Siguion primo Direttore Nazionale delle POM. P. Garcera ha presentato ai partecipanti il piano missionario per l’anno venturo, mentre i presenti hanno discusso delle sfide attuali e del futuro dell’attività missionaria nelle Filippine.
Le POM hanno inoltre organizzato un “Campo Nazionale per i Giovani”, tenuto alla Casa di Ritiro S. Michele, ad Antipolo City. Sotto la guida di p. Gilbert Garcera, nel campo si è approfondito il tema “Giovani e missione”, a partire dell’Asian Youth Day (Giornata della Gioventù Asiatica) e in preparazione alla Giornata Missionaria Mondiale. Il Campo è stato organizzato in cooperazione con la Commissione Episcopale per le Missioni e con quella per i Giovani, e ha visto la presenza di tre Vescovi che si sono alternati nel proporre catechesi e riflessioni.
Già durante la Giornata della Gioventù Asiatica, tenutati dal 30 luglio al 5 agosto a Hong Kong, si era riflettuto sulla necessità dei giovani asiatici di essere missionari nel loro immenso continente. P. Andrew Recepcion, uno fra i relatori, ha sottolineato che “cresce in noi la consapevolezza che il mondo sta cambiando, e a poco a poco la mentalità del villaggio globale si fa strada dentro di noi. In questa situazione, i giovani sono chiamati a pensare globalmente, ma agire localmente e vivere virtuosamente”.
P. Conegundo Garganta, Segretario esecutivo della Commissione Episcopale per i Giovani, ha espresso buone speranze per il futuro della gioventù filippina. I giovani partecipanti al Campo si sono riproposti di agire in sintonia con le Pontificie Opere Missionarie e con le Commissioni Episcopali per aiutare a far giungere l’annuncio del Vangelo a tutti i giovani delle Filippine. (Agenzia Fides 20/10/2006 righe 30 parole 303)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network