VATICANO - IL PAPA AI VESCOVI DI LINGUA INGLESE DEI TERRITORI DI MISSIONE: “ANCHE PER VOI RISUONA LA CHIAMATA DEL SIGNORE, ‘ANDATE IN TUTTO IL MONDO E PREDICATE IL VANGELO AD OGNI CREATURA’”

venerdì, 19 settembre 2003

Castel Gandolfo (Agenzia Fides) - Nella mattina di venerdì 19 settembre, il Santo Padre Giovanni Paolo II ha ricevuto in Udienza a Castel Gandolfo i Vescovi partecipanti al Corso di aggiornamento promosso dalla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli. Il Card. Crescenzio Sepe, Prefetto del Dicastero Missionario, rivolgendo l’indirizzo di saluto al Santo Padre a nome dei presenti, ha detto: “Ho il piacere di presentare a Vostra Santità 170 Vescovi anglofoni che sono stati ordinati negli ultimi cinque anni. Vengono da tutti e cinque i continenti, rappresentano complessivamente 44 paesi. Hanno seguito un corso di aggiornamento di due settimane, pregando, meditando e riflettendo su temi che riguardano l’identità, la vita ed il ministero dei Vescovi in un autentico e fraterno spirito di comunione. Rafforzati nella fede, rinnovati nella speranza, ritorneranno alle loro diocesi, pronti a dare la vita per il gregge che gli è stato affidato”.
Il Santo Padre ha ringraziato i Vescovi della visita, salutando attraverso di loro i sacerdoti, i religiosi e le religiose, i catechisti e i laici delle rispettive comunità attivamente impegnati nell’annuncio del Vangelo. “La vostra partecipazione a questa particolare iniziativa di formazione promossa dal Dicastero di Propaganda Fide, costituisce un ulteriore segno di quanto desideriate rafforzare l’attività missionaria in tutta la Chiesa. Questo è ancora un impegno apostolico urgente ai nostri giorni, e voi siete chiamati ad essere i suoi coraggiosi e instancabili sostenitori in mezzo alle difficoltà e alle prove quotidiane.” Il Papa ha poi ricordato che nell’enciclica Redemptoris Missio i Vescovi vengono indicati come responsabili dell’evangelizzazione del mondo, sia come membri del Collegio Episcopale che come Pastori di Chiese particolari. “Anche per voi risuona con forza, cari e venerati fratelli, la chiamata di Gesù: ‘Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura’. Tra i vostri compiti c’è quello di trasmettere il dono della fede e di incoraggiare le vostre comunità ad essere evangelizzatrici. C’è un posto per tutti nella vigna del Signore. Nessuno è così povero da non avere nulla da dare, nessuno è così ricco da non avere nulla da ricevere.”
Giovanni Paolo II ha poi augurato ai Vescovi di sentir risuonare ogni giorno l’eco dell’esortazione rivolta dal Signore “Duc in altum!” come “un invito a gettare ‘reti spirituali’ nel mare del mondo”, e li ha invitati a “guardare sempre con fiducia al futuro in ogni circostanza” perché “il Signore – come ci ha assicurato Lui stesso – è sempre con noi”. “Siate santi!” ha poi esortato il Papa, in quanto “la santità è la necessità pastorale urgente dei nostri tempi”: i Vescovi devono essere nutriti da una preghiera intensa e costante, oltre a coltivare una intimità profonda con Cristo. “Solo in questo modo diventeranno, per sacerdoti e fedeli, esempi di fedeltà e testimoni di uno zelo apostolico illuminato dallo Spirito Santo”.
Nessuna attività deve distrarre dalla priorità spirituale, ha raccomandato il Papa, invitando i Vescovi ad accompagnare “l’incessante proclamazione della fede con una coerente e gioiosa testimonianza del Vangelo”. Seguendo le orme dei martiri, dei confessori della fede e degli eroici predicatori della Buona Novella delle diverse Chiese locali, Giovanni Paolo II ha esortato i Vescovi ad essere Pastori che “con il loro esempio più che con le loro parole, onorano il Vangelo e ispirano in quanti gli sono accanto il desiderio di conoscerlo meglio e di metterlo in pratica”. Il testo integrale del discorso del Santo Padre, in lingua inglese, è disponibile sul nostro sito. (S.L.) (Agenzia Fides 19/9/2003 – Righe 39; Parole 568)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network